Etichetta -mta

1
Today Pulpotomy
2
Irrighiamo
3
Cementi canalari
4
Apicoformazione
5
Apicectomia: save the tooth!
6
TRAUMI DENTALI: DENTIZIONE PERMANENTE
7
BIODENTINE: Il sostituto dentinale bioattivo
8
Traumi dentali in dentizione decidua
9
ANGELUS

Today Pulpotomy

Oggi parleremo di Pedodonzia. La conservazione della polpa vitale nei  denti decidui affetti da carie è importante per mantenere l’integrità delle arcate dentali, per preservare l’estetica e per mantenere lo spazio necessario per l’eruzione dei denti permanenti. La pulpotomia è la precedura preferita dal dentista quando abbiamo l’infezione della polpa camerale mentre la radicolare rimane sana. La pulpotomia la realizzeremo solo se abbiamo queste condizioni: Dente vitale Polpa camerale infetta Polpa radicolare sana Dente restaurabile Paziente senza dolore spontaneo Dente che non presenta fistole Dente che non presenta mobilità   Attualmete abbiamo diversi materiali che possono aiutarci: Formocresol (formaldeide) Idrossido di calcio MTA (Mineral Triossido d’aggregazione) Biodentine (Tricalcico, silicato bicalcico e carbonato di calcio) Propoli[…]

Leggi di più

Irrighiamo

Oggi torniamo a parlare di endodonzia..Il trattamento endodontico cerca la disinfezione minuziosa dei condotti radicolari, eliminando i micro-organismi responsabili di tutte le patologie della polpa e peri-apicali presenti nei condotti. È impossibile ottenere una disinfezione dei condotti soltanto con una sagomatura meccanica (effettiva solo sul 75% della superficie) a causa dell’anatomia dentale e dei condotti; per questo gioca un ruolo fondamentale, l’irrigante endodontico. A oggi abbiamo una vasta gamma d’ irriganti che però non soddisfano, singolarmente, tutte le esigenze che gli odontoiatri cercano in loro, principalmente: La Capacità di eliminare i residui organici e inorganici, lubrificare e avere un effetto anti-batterico residuale. Attualmente in commercio gli irriganti che incontriamo sono: • EDTA (acido ethylenediaminetetraacetico) •[…]

Leggi di più

Cementi canalari

L’endodonzia e’ una branca dell’odontoiatria certamente non troppo semplice, soprattutto perché il clinico si trova a doversi districare tra sistematiche diverse di lime, cementi canalari, irriganti, perni e molti altri “accessori”, per questo a volte si rischia di fare confusione..oggi parliamo di cementi canalari per vedere le principali caratteristiche e capire quali siano i migliori da utilizzare, o almeno i più pratici. Innanzitutto quando parliamo di cementi endocanalari ne possiamo distinguere principalmente 6 tipi: A base di ossido di zinco eugenolo A base di resina Epossidica(AH Plus\Sealer 26)  o BisGMA (Diaket) A base di idrossido di calcio (Sealapex\vitapex) A base di silicone (Guttaflow) A base di ionomero di vetro (ketac-endo) A base di MTA (proroot endo Sealer\ Biodentine) Dei cementi a base ZOE (ossido di[…]

Leggi di più

Apicoformazione

Nei nostri studi odontoiatrici delle volte ci troviamo di fronte a dover trattare elementi dentari con apice immaturo a causa di traumatismi infantili, a carie che hanno portato a una necrosi della polpa. Il trattamento endodontico non è per nulla facile poiché è difficile ottenere un sigillo apicale duraturo avendo delle pareti radicolari molto sottili e suscettibili a frattura. Inizialmente per trattare questi elementi era utilizzato l’Idrossido di calcio (Ca(OH)2) per indurre l’apicoformazione, l’unico problema che aveva questo materiale era la possibilità di microfiltrazioni dello stop creato, tempi lunghi di trattamento, perdita da parte del paziente di motivazioni e la conformazione porosa del ponte dentinario che si veniva a formare e le sottili pareti dentinali[…]

Leggi di più

Apicectomia: save the tooth!

Molte volte nelle nostre cliniche ci ritroviamo a dover risolvere problemi riguardanti tumefazioni, dolori dentali, lesioni perirradicolari derivanti da un dente già trattato endodonticamente. È noto che la terapia primaria d’elezione in caso di presenza di lesione periradicolare è da considerarsi il trattamento canalare per via ortograda. Il trattamento retrogrado rappresenta tuttavia una valida alternativa al trattamento ortogrado qualora questo abbia fallito o sia impraticabile, o praticabile ma con elevato rischio di creare perforazioni, false strade, stripping canalari o fratture. Obiettivo della chirurgia endodontica è eliminare i tessuti patologici periapicali, eseguire la resezione dell’apice interessato dalla lesione, creare una corretta sagomatura e detersione della cavità retrograda e infine sigillare tridimensionalmente la stessa. Tale procedura viene[…]

Leggi di più

TRAUMI DENTALI: DENTIZIONE PERMANENTE

Capita di ricevere in studio pazienti, spesso bambini, che accorrono d’urgenza alla nostra attenzione per avere subito un trauma dentale. In dentizione decidua abbiamo gia visto cosa fare, nella permanente i denti maggiormente soggetti a frattura sono gli incisivi superiori soprattutto in pazienti di classe II divisione 1 dove gli incisivi sono particolarmente vestibolarizzati. Dipendendo dal grado di coinvolgimento dei tessuti dentali, si parla di fratture coronali non complicate, quando non vi è coinvolgimento del tessuto pulpare, cioè quando la frattura interessa solo lo smalto o la dentina più coronale (fig.1-2-3-4). Si parla invece di fratture coronali complicate quando è presente un coinvolgimento pulpare, cioè quando il tessuto pulpare si trova esposto alla cavità orale[…]

Leggi di più

BIODENTINE: Il sostituto dentinale bioattivo

Come tutti sappiamo, la perdita di dentina(coronale o radicolare),riduce significativamente l’ integrità del dente. La sostituzione con un materiale che sia capace di restaurare l’ integrità fisiologica del dente è quindi di fondamentale importanza,sia per aumentare la resistenza del elemento danneggiato sia per preservare e proteggere la polpa dentale.   Dall’ idrossido di calcio al MTA , la ricerca continua di un materiale “ideale” ha portato ad evoluzioni e migliorie dei gold standard di una volta.   Oggi vorrei parlarvi di un materiale che mi ha aiutato in diverse situazioni essendo estremamente versatile: il BIODENTINE®  (Septodont, St. Maur-des-Fossés, France).   E’ un cemento bioattivo a base di Silicato Tricalcico estremamente performante,che deriva dal famoso e[…]

Leggi di più

Traumi dentali in dentizione decidua

I traumatismi dentali sono un incidente frequente tra bambini e adolescenti. Si stima che un paziente su tre subisce un trauma dentale durante la propria vita, gran parte dei traumi dentali avviene in dentatura decidua, e solo il 22% dei traumi interessa i denti permanenti, 80% dei traumi sono localizzati nel mascellare superiore. Fino al 30% dei pazienti che subisce dei traumi dentali ha una recidiva, cioè subisce più traumi nel corso della vita. la maggior parte delle lesioni riportate sono correlate allo svolgimento di attività sportive o ad incidenti durante il gioco. In traumatologia dentale, la gestione dell’urgenza e il tempo sono fondamentali. Dunque, se un bambino arriva nel nostro studio per aver subìto[…]

Leggi di più

ANGELUS

  Le perforazioni radicolari sono una delle complicazioni più frequenti durante il trattamento endodontico. Possono verificarsi durante la fase di apertura o nella fase di collocazione di un perno. Sono delle complicazioni severe in quanto compromettono il trattamento endodontico, se non viene diagnosticata e trattata correttamente possono portare alla perdita del dente. La decisione di salvare o no il dente dipende dalla grandezza, dall’ubicazione, dal livello della cresta ossea dalla perforazione e dalla relazione con la furca. MTA è un materiale di riparazione radicolare previene la microfiltrazione, permette la crescita del cemento e facilita la rigenerazione del ligamento periodontale.  Si tratta di una polvere di particole idrofiliche fine che induriscono in presenza di acqua. L’[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio