Etichetta -miller

1
RAGIONAMENTO E RECESSIONI GENGIVALI: LE DOMANDE CHIAVE parte1
2
RECESSIONI GENGIVALI

RAGIONAMENTO E RECESSIONI GENGIVALI: LE DOMANDE CHIAVE parte1

  Le prime volte che mi imbattevo in una recessione gengivale, l’immediato istinto era quello di cingere il mio bisturi e lanciarmi in una sciagurata chirurgia plastica gengivale, indiscriminatamente. Non potevo aver un approccio più sbagliato alla parodontoogia. Quando ci si imbatte in una recessione gengivale, il primo dubbio che deve sorgere è: “Perché?” e non “Come ripristinerò?”. Sfatare il primo equivale a trovare la risposta al quesito insito e troppo spesso drammaticamente ignorato in ogni trattamento parodontale: “Come preverrò la recidiva?”. In questo senso reputo che un parodontologo che non abbia un minimo di conoscenza di dinamica occlusale sia una parodontologo mutilato. Detto questo, le prime analisi che effettuo saranno guidate da alcune domande:[…]

Leggi di più

RECESSIONI GENGIVALI

    Parliamo di recessioni gengivali. Per prima cosa domandiamoci che cosa sono?  Guinard e Caffesse nel 1978, definiscono la recessione gengivale come uno spostamento apicale della gengiva dall’unione di cemento-smalto (LAC) con l’ esposizione della superficie radicolare nel mezzo orale. Altri autori affermano che la posizione effettiva della gengiva corrisponde al livello dell’attacco epiteliale al dente, mentre l’apparente è l’altezza della cresta dal margine gengivale. La posizione effettiva della gengiva, non la sua posizione apparente, determina la gravità della recessione. Le recessioni gengivali possono essere generalizzate o localizzate coinvolgendo un singolo dente o gruppo dentale e possono essere associate a una o più superfici. La recessione provoca una perdita di inserzione e l’esposizione della[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio