Etichetta -chirurgiaguidata

1
Sweden & Martina che semplicità..
2
IMPLANTOLOGIA SEMPLICE E SICURA
3
L-PRF Fibrina ricca in piastrine e leucociti

Sweden & Martina che semplicità..

La chirurgia guidata è una tecnica di trattamento implantare che include i seguenti step: diagnosi pianificazione posizionamento. L’operatore ha il vantaggio di poter  pianificare l’intervento con l’ausilio di viste 3D complete dell’anatomia radiologica del paziente che gli permette di valutare quindi con precisione le dimensioni e la posizione finale dell’impianto dentale. Lo step successivo sarà l’utilizzo di dime chirurgiche che guideranno l’operatore nel posizionamento implantare sulla base della pianificazione 3D. Sweden & Martina ci mette a disposizione due tipologie di impianti: Impianti Premium: con emergenza coronale cilindrica con colletto liscio di 0.80 mm di altezza, con incisioni apicali che aumentano la stabilità primaria, autofilettanti e creano zone di decompressione, connessione interna con esagono. Abbiamo sia con Sistema Switching[…]

Leggi di più

IMPLANTOLOGIA SEMPLICE E SICURA

  La branca della chirurgia ed implantologia può fare paura a molti proprio per la complessità della anatomia della bocca; dobbiamo fare molta attenzione a nervi ed arterie come per esempio il dentario inferiore e l’arteria linguale dove le conseguenze possono essere molto rischiose. Vincere e trovare la sicurezza, soprattutto per giovani alle prime armi, quando teniamo un bisturi in mano non è facile. Esiste un modo per renderla più semplice e più sicura? La ricostruzione tridimensionale (3D) di una zona o di un’intera arcata permette di procedere con la chirurgia guidata. Tutte le scelte e le decisioni verranno prese prima dell’intervento chirurgico consentendo di ottenere risultati più prevedibili e sicuri; limitare le tempistiche fornendo[…]

Leggi di più

L-PRF Fibrina ricca in piastrine e leucociti

  Oggi si parla di un argomento di cui ultimamente si discute molto, soprattutto in ambito chirurgico. Siamo continuamente alla ricerca di protocolli e mezzi che ci permettano di velocizzare il processo di guarigione nei pazienti, ed inoltre spesso ci ritroviamo a dover riabilitare la funzione masticatoria tramite l’implantologia in pazienti con atrofie importanti, ricorrendo a tecniche di rigenerazione ossea. Nel corso degli ultimi 25 anni, vari autori hanno tentato di utilizzare il sangue del paziente al fine di migliorare la performance delle tecniche di chirurgia rigenerativa, si è iniziato con il plasma ricco di piastrine nel 1990, il plasma ricco di fattori di crescita nel 1998, il plasma ricco di fibrina nel 2001, il[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio