Etichetta -bulkfill

1
Prime e seconde classi di Black: che tecnica utilizzare?
2
Ricostruzioni ONE-SHOT

Prime e seconde classi di Black: che tecnica utilizzare?

Nella pratica odontoiatrica di tutti i giorni le prime e secondi classi di Black possiamo dire che sono all’ordine del giorno, e tutti conosciamo la motivazione per la quale sono considerate “sfavorevoli”: la contrazione della resina durante la polimerizzazione genera uno stress nell’interfaccia cavita-restauro. Questo avviene per un elevato rapporto tra superfici di adesione alle pareti e superfici libere da composito, ed il rischio che corriamo e’ quello della formazione di un gap tra dente e restauro che favorisca una neoformazione di una carie secondaria. Cercando in letteratura troviamo varie strategie atte a prevenire queste situazioni sfavorevoli come ad esempio foderare la cavita con un liner che abbia un basso modulo elastico, come per esempio[…]

Leggi di più

Ricostruzioni ONE-SHOT

Parliamoci chiaro, la conservativa possiamo tranquillamente considerarla come il “pane quotidiano” di uno studio odontoiatrico, per questo siamo continuamente alla ricerca di protocolli che rendano più veloce il nostro intervento senza in alcun modo abbassare la qualità. In conservativa ma soprattutto in endodonzia, sono sempre alla ricerca di un composito bulk-fill con il quale poter ricostruire tutto il dente ma che abbia anche una buona estetica. A questo proposito è da un po’ di tempo che utilizzo un composito della 3M che si chiama FiltekBulkfillPosteriorRestorative. E’ un composito fluido particolarmente indicato per i restauri di cavita profonde nel settore posteriore, possiamo applicarlo in strati da 4 mm come un normale bulk fill ma viene venduto[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio