Sweden & Martina che semplicità..

La chirurgia guidata è una tecnica di trattamento implantare che include i seguenti step:

  • diagnosi
  • pianificazione
  • posizionamento.

L’operatore ha il vantaggio di poter  pianificare l’intervento con l’ausilio di viste 3D complete dell’anatomia radiologica del paziente che gli permette di valutare quindi con precisione le dimensioni e la posizione finale dell’impianto dentale. Lo step successivo sarà l’utilizzo di dime chirurgiche che guideranno l’operatore nel posizionamento implantare sulla base della pianificazione 3D.

Sweden & Martina ci mette a disposizione due tipologie di impianti:

  • Impianti Premium: con emergenza coronale cilindrica con colletto liscio di 0.80 mm di altezza, con incisioni apicali che aumentano la stabilità primaria, autofilettanti e creano zone di decompressione, connessione interna con esagono.
    Abbiamo sia con Sistema Switching Platform che senza.
  • Impianti Outlink2: La connessione a esagono esterno permette di avere un numero maggiore di spire a parità di lunghezza e diametro rispetto a un impianto ad esagono interno, dando così un vantaggio quando la dimensione verticale dell’osso non è ottimale. L’esagono esterno è ideale per la realizzazione di manufatti protesici multipli (ponti e barre).La casa ci mette a disposizione impianti con o senza il sistema Switching Platform e anche tipo Shorty.

     

    PROTOCOLLO:

  • Pianificazione con Software 3D
  • Mascherina chirurgica con boccole/sleeves (4.15 fino a 5.50 mm e altezza 5 mm) in base alla dimensione dell’impianto
  • Consenso informato di chirurgia implantare e di anestesia firmato dal paziente.
  • Anestesia con Articaina 0,2%
  • Mucotomia con mucotomo basandosi sul diametro delle boccole/sleeves (800 rpm)
  • Livellatore crestale che ci permette di svasare la cresta per poi facilitare l’inserimento dell’impianto (800 rpm)
  • Fresatura iniziale (800 rpm) che ci permette di creare un foro di 2.0 mm e altezza 4.5mm
  • Frese finali e intermedie usate con stop avvitato avente lo stesso diametro della boccola usata e della lunghezza prestabilita dell’impianto corrispondente al sistema di colori che la casa ci mette a disposizione ( per garantire la guida)
  • Utilizzo di maschiatori per preparare l’osso all’alloggiamento delle spire dell’impianto (20 rpm oppure 50 Ncm massimo)
  • Presa dell’impianto con il montatore dato in dotazione dalla casa
  • Inserimento dell’impianto grazie alla chiave dinamometrica (massimo 50 Ncm) o contrangolo (20 rpm)

FullSizeRender-2

  • Inserimento della vite tappo

FullSizeRender-3

  • Suture 3/0 o 4/0 con ago 3/8 sezione (o punta) triangolare con dorso tagliente
  • Riposizionamento del lembo coronalmente e crestalmente ricoprendo l’impianto.

Schermata 2016-09-03 alle 13.12.42 Schermata 2016-09-03 alle 13.13.04

IMG_0287

IMG_0286

FullSizeRender

TRICK:

  • Impianti con lunghezza da 7 a 11,5 mm utilizziamo frese corte con anello nero
  • Impianti con lunghezza da 13 a 18 mm utilizziamo frese lunghe con anello bianco
  • La scelta degli stop avviene grazie alla numerazione incisa a laser sullo stop e con il diametro scelto dell’impianto, il suo inserimento avviene con un movimento antiorario
  • Per gli impianti Premium con 3.30 fino a 3.80 mm utilizziamo la boccola da 4.15 mm, per le altre dimensioni usiamo la 5.0 mm
  • Per gli impianti Outlink2 con 3.30 mm fino a 4.10 mm utilizziamo la boccola da 4.15 mm e per gli altri impianti usiamo quella da 5 mm
  • Il corretto posizionamento dell’impianto e l’effetto guida è garantito dalla Sweden & Martina solo se vengono usati: mucotomo, livellatore crestale e la fresa iniziale prima delle frese intermedie e finali finali
  • Per osso di tipo D1, D2, D3 la sistematica è la stessa, per il tipo D4 non è consigliato l’uso delle frese
  • Le frese iniziali hanno uno STOP integrato
  • Per l’inserimento della vite tappo è consigliato l’inserimento manuale con ≤ 10 Ncm
  • Per la seconda chirurgia è consigliato settare il contrangolo a 10 Ncm e 20 Rpm per svitare le viti tappo e inserire le viti di guarigione trans-mucose
  • Sono consigliati lavaggi con Minociclina cloridrato 100mg diluita in soluzione fisiologica per 1 minuto (2 capsule sciolte in 500cc di soluzione) dopo la maschiatura dell’osso
  • Le frese da collo presenti nel Kit sono utili solo su impianti Switching Platform e Outlink2 di diametro 3,75 mm, solo quando l’osso sia molto compatto.

BIBLIOGRAFIA

Pantani F., Botticelli D., Rangel Garcia I. Jr., Salata L.A., Jayme Borges G., Lang N. P.; Influence of lateral pressure to the implant bed on osseointegration: an experimental study in dogs; Clinical Oral Implant Research, 21(11): 1264-70, 2010

Raddi F., Analisi comparativa test di resistenza a Fatica sperimentali e Virtuali, Relazione interna Sweden & Martina, 2010

Manuale chirurgico Echo Plan Sweden & Martina 2013

a cura del dott. Gianluigi Francesco Giacomi

Circa l'autore

Dr.Valerio Di Calisto

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio