Apicectomia: save the tooth!

Molte volte nelle nostre cliniche ci ritroviamo a dover risolvere problemi riguardanti tumefazioni, dolori dentali, lesioni perirradicolari derivanti da un dente già trattato endodonticamente. È noto che la terapia primaria d’elezione in caso di presenza di lesione periradicolare è da considerarsi il trattamento canalare per via ortograda. Il trattamento retrogrado rappresenta tuttavia una valida alternativa al trattamento ortogrado qualora questo abbia fallito o sia impraticabile, o praticabile ma con elevato rischio di creare perforazioni, false strade, stripping canalari o fratture. Obiettivo della chirurgia endodontica è eliminare i tessuti patologici periapicali, eseguire la resezione dell’apice interessato dalla lesione, creare una corretta sagomatura e detersione della cavità retrograda e infine sigillare tridimensionalmente la stessa. Tale procedura viene eseguita col fine ultimo di ottenere una corretta rigenerazione del tessuto periradicolare comprendendo anche la formazione di un nuovo apparato d’attacco parodontale.

Prima di iniziare con il protocollo ricordarsi sempre del consentimento informato!!

image

image

image image

PROTOCOLLO

• Identificazione del dente causante del dolore, • Rx endorale (fistolografia) con centratore di Rhinn

• Misurazione della lunghezza radicolare mediante radiografia (rapporto 1:1) oppure mediante le misurazioni dell’endodonzia precedente

Anestesia con Articaina 0,1% / 0,2% con tecnica infiltrativa

• Lembo trapezioidale con incisione parasurculare se in presenza di corone protesiche

• Scollamento dei tessuti preservando il periostio

• Osteotomia, se necessario, con manipolo dritto e frese di tungsteno oppure con Piezoelettrica

• Controllo dell’emorragia con garze imbevute nel solfato ferrico e micro aspiratori

• Rimozione della lesione con cucchiaio di Lucas di dimensioni adatte alla lesione

• Apicectomia di 2 o 3 mm della porzione radicolare a 90° rispetto all’asse radicolare e con inclinazione compresa tra 0° e 10°

•Esecuzione della cavità retrograda per 2-5 mm con forma troncoconica con base diretta verso la corona del dente, mediante ultrasuoni a bassa o media potenza (22-60 kHz) oppure con piezoelettrica

• Lavaggio con fisiologica per 40 secondi

• Asciugare la cavità retrogada con coni di carta

• Otturazione retrogada con MTA, Super-Eva o Biodentine

Suture 3/0 o 4/0 con ago 3/8 sezione (o punta) triangolare con dorso tagliente

• Riposizionamento del lembo coronalmente

 

image

 

image

TRICK

• Utilizzare frese in tungsteno rotonde senza zigrinature con gambo extralungo (65 o 70 mm) per la osteotomia

• Usare punta AS9D, AS3D, AS6D, ASLD, ASRD per ultrasuoni selezionandola in base al tipo di dente che andremo a trattare

• In caso di difficoltà nella rimozione della lesione con il cucchiaio di Lucas possiamo usare curette di Gracey

• In caso di grandi difetti possiamo usare una mescola di osso autologo e sintetico (50/50) con soluzione fisiologia o sangue del paziente tenuta grazie a una membrana riassorbibile o non riassorbibile (posizionata e stabilizzata con Pin)

• Nel caso effettuassimo un prelievo di sangue del paziente, potremo utilizzarlo per crearci una membrana L-Prf

• Terminato l’intervento iniettare una fiala di Betametasone disodio fosfato 1,5mg/4mg sotto mucosa così da evitare il più possibile i postumi operatori (edemi e dolore)

• Durante l’intervento potremmo aseptizzare la cavità prodotta dalla lesione con lavaggi di Minociclina cloridrato 100mg diluita in soluzione fisiologica per 1 minuto (2 capsule sciolte in 500cc di soluzione)

• Consigliare al paziente continuare giornalmente gli sciacqui con collutorio (clorexidina 0,2%) per 2 volte al giorno minimo per 1 minuto, per una settimana

• Utilizzare sistemi ingrandenti e micro-specchietti per minimizzare i traumi post-operatori

 

BIBLIOGRAFIA

E. Berutti, M. Gagliani Manuale di Endodonzia EDRA 2013

M. E. Correa Terán, N. Castrillón Sarria Comparación de microfiltración apico-coronal entre MTA y Biodentine en dientes unirradiculares. Odontoinvestigacion 2015

V. Gómez-Carrillo, J. Giner Díaz, L. Maniegas Lozano, J. Gaite Ballesta, A. Castro Bustamante, J. Alfonso Ruiz Cruz y N. Montesdeoca García

Apicectomía quirúrgica: propuesta de un protocolo basado en la evidencia CIR ORAL MAXILOFAC. 2011;33(2):61-66

I. Perondi, S. Corbella, A. Elkabbany, M. Del Fabbro,S. Taschieri, A. Elkabbany, A. E. Badr Chirurgia endodontica in presenza di ampie lesioni periapicali 2014 Anno 30, numero 4

a cura dell dott. Gianluigi Francesco Giacomi

Circa l'autore

Dr.Valerio Di Calisto

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio