RITRATTAMENTO ENDODONTICO. 1° STEP RIMUOVIAMO LA GUTTA.

Nella pratica quotidiana ci troviamo, purtroppo, a dover affrontare dei ri-trattamenti endodontici, dovuti a nostro malgrado, ad una nuova infezione del sistema endodontico, causata da: trattamento incongruo, mancanza di sigillo apicale, restauro inadeguato, persistenza del dolore anche dopo il trattamento. Prima di procedere con il ri-trattamento è opportuno fare delle valutazioni: esigenze del paziente; verificare se il dente è strategicamente importante, se è conveninte effettuare un ri-trattamento ortogrado o optare per un trattamento estrattivo, valutare i costi benifici, la valutazione parodontale dell’elemento, la valutazione protesica e soprattutto se siamo in grado di effettuare o no il ri-trattamento. In secondo luogo è necessario decidere come procedere con il ri-trattamento e quale è la tecnica migliore da utilizzare.

In letteratura ci sono molte tecniche:

l’utilizzo di Gates Glidden associate o no a solventi, strumenti manuali e le nuove lime Ni-Ti con angolo attivo.

Io da qualche tempo uso la sistematica Ni-Ti Skytaper della Komet e mi permettono di arrivare in modo rapido e sicuro fino all’apice.

Protocollo:

Rx con centratore di Rinn

Anestesia 

Rimozione del restauro

Scouting

Conduttometria con una #15 K-file

Opener 25/08

Shaping 20/06 e 25/06

Finishing 35/04

Detersione

Nuovo sigillo apicale

Trick:

Effettuare diverse radiografie con più angolazioni per avere un attento studio dell’endodonto, un buono studio ci permette di essere a un quarto dell’opera.

Le lime vanno utilizzate con 400 RPM, le lime #20 e 25 con un torque 2.2 mentre la #35 e 45 con torque 2.8 e in brushing per favorire la rimozione del filling.

Nel caso in cui il dente fosse già stato strumentato con un Type di #35 e un Taper di 04 l’azienda ci mette a disposizione anche la #45/04 come lima Finishing.

Per determinare la lunghezza di lavoro, prima di passare allo Shaping, possiamo aiutarci imbevendo la lima in un solvente.

I sistemi ingrandenti sono di grande aiuto, soprattutto quelli con luce assiale.

Il sistema radicolare non sarà totalmente deterso dalle sole lime quindi faremo dei lavaggi con NaOCl al 5.25% insieme all’ EDTA 17%.

L’utilizzo di strumenti sonici ci permette di avere un’onda acustica che ci aiuta a una maggiore detersione riuscendo così a rimuovere materiale dalle pareti del sistema canalare.

Lo strumento ultrasonico, oltre che ad aiutarci nell’eminazione del materiale, ci permette, grazie al suo effetto cavitazionale, anche una maggiore e migliore disinfezione.

Si consiglia di usare il solvente per 5 minuti all’inizio del ritrattamento solo per ammorbidire la guttaperca oppure riscaldare la guttaperca coronale con un trasportatore di calore ed usare l’Opener per liberare i primi 2/3mm di guttaperca per favorire l’ingresso delle lime Ni-Ti.

Le lime Skytaper hanno la lama a forma di doppia S attiva, core ridotto per una maggiore flessibilità e dà un maggiore spazio per il decorso dei trucioli, riducendo così l’estrusione apicale del materiale da eliminare.

 

Le lime Skytaper sono monouso e questo riduce i rischi di separazione dovuti alla fatica ciclica. Questo viene indicato dal produttore con un simbolo  sulla confezione come succede per altri prodotti come le Pro Taper, Reciproc, Protaper Next, Wave One, One Shape. Altri prodotti invece presentano il simbolo  gradi per autoclavarli come per esempio le two Shape, Mtwo, Hyflex CM ed EDM, altri invece non presentano alcun simbolo il quale indica la possibilità di riutilizzo come per esempio i K3, RevoS.

komet label.001

I simboli:Schermata 2017-05-03 alle 17.13.53 indica la data di fabbricazione, Schermata 2017-05-03 alle 17.14.22 il prodotto scelto nel catalogo, Schermata 2017-05-03 alle 17.15.34 la data di scadenza del prodotto, Schermata 2017-05-03 alle 17.15.49 ci consiglia di non utilizzare il prodotto se l’involucro o l’imballaggio risultino danneggiati, Schermata 2017-05-03 alle 17.14.05 il lotto di produzione del prodotto stesso, Schermata 2017-05-03 alle 17.22.38 il commerciante ci consiglia le RPM minime e massime per l’utilizzo della lima ed in fine e non meno importante il simbolo Schermata 2017-05-03 alle 17.14.44 indica che la lima e stata sterilizzata con un sistema a radiazioni ionizzanti.

L’uso di solventi può aiutarci nel progredire nel ritrattamento a suo discapito però fa aderire maggiormente il materiale che dovrebbe essere rimosso alle pareti del canale causando un’ insufficiente detersione.

Nel caso in cui il sistema endodontico fosse stato otturato solo con dei cementi bisognerà capire di quale gruppo di cementi  fa parte così da capire quale solvente sia più consono ad esso. Nessun solvente è universale.

 

Bibliografia:

Un nuovo livello di flessibilità. F6 SkyTaper.

MahaK Jain, anurag Singhal, anuraag gurtu, Vineet VinayaK, Influence of Ultrasonic Irrigation and Chloroform on Cleanliness of Dentinal Tubules During Endodontic Retreatment-An Invitro SEM Study Journal of Clinical and Diagnostic Research. 2015 May, Vol-9(5): ZC11-ZC15

La norma che specifica i simboli è la CEI UNI EN ISO 15223-1 “Dispositivi medici – simboli da utilizzare nelle etichette del dispositivo medico, nell’etichettatura e nelle informazioni che devono essere fornite”.

Clifford J. Ruddle, DDS I ritrattamenti endodontici ortogradi l’informatore endodontico Vol.2 N.4

SIE Manuale di Endodonzia Edra 2013

Dott. Gianluigi Francesco Giacomi

Circa l'autore

Fabio De Propris

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio