Il dentista con le v4ns

rss

1
IDI Evolution: Impianti hi-tech
2
Lembo riposizionato lateralmente
3
Aboliamo le white lines
4
ONE COAT 7 UNIVERSAL,UN ADESIVO UNIVERSALE.
5
Composito GC GRADIA DIRECT
6
Finishing: rifinitura apicale
7
SIGILLATURE,PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE.
8
Come irrighiamo?
9
INNESTO EPITELIO CONNETTIVALE
10
Ancora antibiotici locali

IDI Evolution: Impianti hi-tech

Dopo aver parlato la settimana scorsa di adesivi e compositi dentali, oggi torniamo a parlare di implantologia. La scorsa settimana ho avuto il piacere di provare un sofisticato motore implantare, il TMM2 dell’azienda Idievolution. La sistematica di questo motore si divide in 4 fasi: Foratura Lettura Maschiatura Inserimento Ma cosa ha di particolare questo motore?  Dopo la sequenza delle tre frese iniziali, l’operatore inserirà la fresa/sonda ( quella viola nella foto) che rileverà la densità ossea, ed impostando il tipo di impianto richiesto,  il motore selezionerà la sequenza di frese per avere la miglior stabilita primaria. L’ordine della sequenza di frese verrà visualizzata direttamente dall’operatore sul kit chirurgico. Inoltre l’operatore potrà visualizzare costantemente, millimetro dopo[…]

Leggi di più

Lembo riposizionato lateralmente

La scorsa volta abbiamo parlato di innesti di gengiva libera presi dal palato; ma in parodontologia esistono molte e differenti tecniche per ottenere un aumento di gengiva aderente e per ricoprire recessioni gengivali. Tecniche meno invasive sono sicuramente i lembi riposizionati peduncolati. Qualunque lembo che si realizzi e che si ubichi in una posizione diversa da quella iniziale si conosce come lembo peduncolato. Più semplici da realizzare, meno dolorosi per il paziente e presentano una sola area chirurgica però si possono realizzare solo quando abbiamo nelle aree adiacenti sufficente spessore gengivale. In particolare vi voglio parlare del lembo riposizionato lateralmente. Viene utilizzato principalmente per risolvere problemi di recessioni gengivali singole o multiple ( clase I[…]

Leggi di più

Aboliamo le white lines

Vi capita mai di rivedere un’otturazione fatta da voi a distanza di qualche settimana e notare che le i bordi sono separati dal dente da una linea bianca? Quella linea è la white line e fidatevi, non si cancella! Anzi, se insistiamo molto con la fresa per eliminarla, rischiamo di danneggiare l’otturazione e parte del dente, rendendo un banale ritocco un nuovo problema È una linea antiestetica che si crea quando i prismi dello smalto dell’angolo cavo-superficiale non vengono ben levigati e lo strato di bonding applicato con uno spessore eccessivo. Solo definendo bene i limiti cavitari e passando una fresa a minima granulometria, possiamo riuscire ad ottenere un risultato più estetico; e tutto ciò[…]

Leggi di più

ONE COAT 7 UNIVERSAL,UN ADESIVO UNIVERSALE.

Abbiamo già descritto in un precedente articolo gli adesivi smalto dentinali, dal momento in cui il mercato di questi offre una vasta gamma a seconda delle indicazioni secondo il materiale e la tecnica da utilizzare, vi voglio parlare di un adesivo che si può definire universale il “ ONE COAT 7 UNIVERSAL” della Coltene. Questo è un adesivo monocomponente foto polimerizzabile che può essere utilizzato tanto per una tecnica self-etch come per una total etch,inoltre può essere adoperato su differenti materiali che vi riporterò in seguito. Il fatto di poter essere utilizzato per un gran numero di indicazioni fa si che non si abbiano più diversi flaconcini di adesivo ed anzi se ne abbia uno[…]

Leggi di più

Composito GC GRADIA DIRECT

Oggi parliamo di restauri diretti con il composito Gradia Direct della GC. Questo composito ibrido è composto da una matrice a micro-riempimento di resina composita costituita da composti di silicio e da riempitivi pre-polimerizzati (64-65% di filler e 0.85 micron di particella media). La GC ci mette a disposizione: Colori Standar (Per la tecnica a colore singolo o a più colori, sia per restauri anteriori che posteriori.) e Colori Special (Per la tecnica a più colori). Di colori special ne esistono due versioni: Colori Inside Special e Colori Outside Special. GC GRADIA DIRECT Anterior è adatto per: Cavità di Classe III, IV , V, nei difetti cuneiformi, nelle cavità prodotte sulle superfici radicolari, come Veneer[…]

Leggi di più

Finishing: rifinitura apicale

Endodonzia! in passato, in articoli differenti, abbiamo analizzato le prime due fasi importanti della terapia canalare, il preflaring ed il glide path, oggi parleremo del finishing. Il finishing in endodonzia lo consideriamo come la parte finale della nostra strumentazione canalare, in effetti il compito principale è quello di rifinire l’apice ad una dimensione favorevole alla detersione, asciugatura e sigillatura. La teoria microbica di Rickett e Dixon dice che una buona endodonzia deve essere caratterizzata da un buon sigillo, apicale e coronale. Solo in questo modo potremo star sicuri che i batteri intrappolati all’interno del canale non tornino a causare un altra infezione. Ma quale diametro scegliere per sigillare l’endodonzia? Vari studi scientifici hanno dimostrato che parlare di[…]

Leggi di più

SIGILLATURE,PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE.

Parliamo di conservativa e nello specifico di prevenzione! Uno dei trattamenti più frequenti in uno studio quando si tratta di prevenire la carie sono le sigillature. Come suggerisce il nome stesso, questo trattamento consiste nella collocazione di una resina ad alta viscosità nei solchi e fosse di cui si sospetta l’apparizione di una lesione cariosa, in modo da sigillare quei batteri che potrebbero causare la carie sulla superficie del dente. La resina in questione può essere un composito flow o un sigillante vero e proprio che differisce dal primo per avere un maggior contenuto organico e una minor quantità di componente inorganico,il che gli conferisce una maggior viscosità. Come sempre in questo articolo riporterò le[…]

Leggi di più

Come irrighiamo?

Endodonzia! La volta scorsa abbiamo parlato degli irriganti da utilizzare, oggi parleremo di come portare il nostro irrigante all’interno del sistema canalare in maniera sicura. Nelle nostre cliniche almeno una volta abbiamo avuto problemi derivanti da un utilizzo inadeguato di siringhe ed aghi per i lavaggi endocanalari. L’uso dell’NaOCl è molto diffuso per il basso costo e per il suo utilizzo come irrigante e lubrificante. L’ipoclorito può causare irritazioni moderate, dolore, bruciore e irritazioni più gravi che guariscono in 24/48. Le iniezioni Intradermiche causano ulcerazioni cutanee dolorose che solitamente si curano in 1 mese. Le iniezioni di NaOCl, anche a basse concentrazioni, sono letali per i fibroblasti umani, possono compromettere l’integrità ossea spugnosa e la[…]

Leggi di più

INNESTO EPITELIO CONNETTIVALE

  Perio Time!!! Iniziamo a parlare un pò  di parodontologia in particolare sugli innesti. Il termine innesto gengivale fa riferimento a un tessuto cheratinizzato epitelio-connettivale prelevato dalla zona di origine per essere posizionato in una zona differente da quella donante. Si ricorre agli innesti liberi quando nella regione adiacente alla recessione non è presente un tessuto donante adeguato o quando si desidera un tessuto marginale più spesso. La tecnica può essere indicata per aumentare la gengiva aderente per un aumento del fornice e per il trattamento di recessioni singole o multiple; l’innesto utilizzato può essere costituito da: – tessuto epitelio-connettivale (disepitelizzato) -tessuto connettivale.   Vantaggi: nessuna limitazione riguardo alla qualità e alla quantità dei tessuti[…]

Leggi di più

Ancora antibiotici locali

Ancora parodontologia! Oggi parleremo degli antibiotici locali utilizzati nel trattamento della parodontite. La terapia non chirurgica, pur mostrando notevole successo a lungo termine, presenta alcuni limiti tra cui la difficolta  di accesso in siti profondi. La terapia antibiotica  può essere di notevole aiuto quando usata in aggiunta alla terapia meccanica. La terapia antibiotica sistemica presenta limitazioni: quali la bassa concentrazione nel fluido crevicolare e nei tessuti parodontali, la possibile tossicita  sistemica, l’induzione di resistenze batteriche. Visti gli svantaggi della terapia sistemica  ci sono antibiotici topici che possono essere somministrati in aggiunta allo Scaling and Root Planing. Il principale vantaggio della terapia topica e  rappresentato dall’alta efficienza ed efficacia, dall’alta concentrazione raggiungibile nel sito, dal basso[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio