Lembo riposizionato lateralmente

La scorsa volta abbiamo parlato di innesti di gengiva libera presi dal palato; ma in parodontologia esistono molte e differenti tecniche per ottenere un aumento di gengiva aderente e per ricoprire recessioni gengivali.

Tecniche meno invasive sono sicuramente i lembi riposizionati peduncolati.

Qualunque lembo che si realizzi e che si ubichi in una posizione diversa da quella iniziale si conosce come lembo peduncolato.

Più semplici da realizzare, meno dolorosi per il paziente e presentano una sola area chirurgica però si possono realizzare solo quando abbiamo nelle aree adiacenti sufficente spessore gengivale.

In particolare vi voglio parlare del lembo riposizionato lateralmente.

Viene utilizzato principalmente per risolvere problemi di recessioni gengivali singole o multiple ( clase I o II di Miller)

È una tecnica che consiste nell’ elevare un lembo a spessore variabile in area donante adiacente all area del difetto.

Indicazioni:

* Quando le condizioni anatomiche non permettono altre tecniche.

* L’ area donante deve avere almeno 3 mm di tessuto cheratinizzaro.

Controindicazioni

* Tessuto cheratinizzato adiacente minore di 3 mm

* Alta richiesta estetica

Vantaggi:

* Una sola area chirurgica

* Buona estetica

* Non richiede una zona donante

* Ottima vascolarizzazione attraverso il peduncolo

Protocollo: 

-disegno del lembo della zona ricevente: 3 incisioni la prima orizzontale a livello della LAC la seconda verticale parallela al margine gengivale mesiale al difetto gengivale e la terza sulculare lungo il margine distale delle recessione

-disegno del lembo riposizionato lateralmente: 3 incisioni la prima sulculare lungo al margine distale della recessione ( comune alla zona ricevente ) , una incisione oorizzontale la cui estensione è di 6 mm maggiore a la ampiezza della esposizione radicolare misurata a livello della línea amelo cementaria e una incisione obliqua parallela alla prima incisione sulculare.

-lo spessore del lembo è a variabile: le papille sono a spessore parziale., la parte centrale fino a livello della linea mucogengivale a spessore totale, apicalmente alla LMG a spessore parziale fino ad esporre 5 mm di periostio.

-La zona più coronale delle papille anatomiche adiacenti alla recessione sono disepitelizzate in questo modo rappresentano una ottima zona di apporto vascolare per le papille chirurgiche del lembo riposizionato lateralmente.

schermata-2016-10-15-alle-00-48-46

 

bibliografía:

1. Zucchelli G. Cirugía estética mucogingival. Editorial quintessence 2014. Barcelona .

2. Corrales I, Palacio P, Arango R. Estado actual del manejo de las recesiones gingivales mediante cirurgìa plàstica periodontal. CES odont. 2009; 22(2):57-66.

3. Santana R, Furtado M, Mattos C, Fonseca E, Dibart S. Clinical evaluacion of single stage advanced versus rotated flaps in the treatment of gingival recessions. J periodontal 2010;

 

a cura della dott.ssa Paola Polatti

Circa l'autore

Fabio De Propris

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio