LE FACCETTE IN CERAMICA PARTE PRIMA

Quando dobbiamo realizzare un trattamento nel settore anteriore che sia per motivi estetici o funzionali, le faccette sono il trattamento di elezione. Queste possono essere realizzate direttamente o indirettamente, possono essere collocate tanto vestibolarmente come lingualmente, ed essere in composito o in ceramica.

In questo articolo vi parlerò delle faccette in porcellana esponendo le loro indicazioni e controindicazioni, le indicazioni dei differenti tipi di ceramica a seconda del caso e la sistematica clinica previa alla preparazione e cementazione, argomenti che tratterò nel prossimo articolo.

INDICAZIONI

  •   Alterazione della morfologia dentale.
  •   Alterazione della colorazione dentale.
  •   Alterazione della posizione e/o inclinazione dentale.
  •   Chiusura di diastemi.
  •   Abrasione della superficie dentale.
  •   Frattura coronale.
  •   Erosione della superficie dentale.
  •   Ricostruzione post carie.

 

 

CONTROINDICAZIONI

  •   Denti non completamente erotti.
  •   Dentizione temporale.
  •   Corone con eccessiva perdita di sostanza dentale.
  •   Pazienti con parafunzioni (Per esempio: bruxismo, onicofagia).

 

 

SELEZIONE DELLA CERAMICA

  •   Se il dente non riceve una importante carica occlusale si opta per le faccette in ceramica feldspatica convenzionali(IPS Classic, Ivocalr Vivadent) o per quelle rinforzate con leucite(IPS Empress II, Ivocalr Vivadent).
  •   Per diastemi maggiori di 2 mm con strato dentale senza alterazione di colore sono indicate le faccette in ceramica feldspatica ad alta resistenza rinforzate con leucite o in disilicato di litio(IPS E.Max, Ivoclar Vivadent) che hanno rispettivamente una resistenza alla flessione di 120 e di 350 MPa circa.
  •  Nei casi dove le forze occlusali sono importanti per esempio in pazienti con una ipertonia dei masseteri o con parafunzioni sono più indicate le ceramiche in disilicato di litio.

 

 

 

SISTEMATICA CLINICA PREVIA ALLA PREPARAZIONE DENTALE

  •   Far firmare al paziente il consenso informato una volta che accetta il trattamento, avvisandolo sulle possibili conseguenze come per esempio le filtrazioni, le fratture ecc…
  •   Presa del colore con specifica guida(Esempio Fig.1), possibilmente la stessa del laboratorio.

Schermata 2017-01-20 alle 00.59.49

  •   Selezionare la forma delle faccette in base al biotipo del paziente.
  •   Verificare la linea del sorriso in modo da scegliere dove collocare il margine cervicale della preparazione tenendo in considerazione che più lo si colloca a gengivale o sub gengivale più aumentano le difficoltà sia per la preparazione stessa sia per la presa d’impronta.
  •   Realizzare una chiave in silicone “putty” in bocca se le corone dentali sono sane o sul modello di studio se sono fratturate o cariate.
  • Disegnare una mappatura delle pigmentazioni se presenti sulla corona o per le zone con differenti tonalità e traslucenze per aumentare la quantità di informazioni per il laboratorio protesico.

 

 

 

TRICKS

  • –  E’ fondamentale far capire al paziente i limiti del trattamento e comprendere le sue aspettative in modo da capire se possono essere soddisfatte.
  • –  Spiegare quali complicazioni possono insorgere per esempio: pulpite, filtrazioni.
  • Realizzare foto da inviare al laboratorio con il campione di colore selezionato per la faccetta vicino al dente.
  • Se possibile far venire il protesico in studio per valutare la forma del viso del paziente in modo da realizzare una faccetta che segua gli specifici canoni in armonia col resto del viso.

 

BIBLIOGRAFIA:

  • –  Selección de la ceramica a utilizar en tratamientos mediante frentes laminados de porcelana. Antonio Fons Font , Ma Fernanda Solá Ruíz , María Granell Ruíz , Carlos Labaig Rueda , Amparo Martínez González. Med Oral Patol Oral Cir Bucal 2006;11:E297-302.
  • –  Restauri estetici adesivi. Roberto Della Neve, Giancarlo Pongione, Raffaele Esposito, Salvatore Gaeta. Lab Tribune Italian Edition Anno II n. 1 – Gennaio 2012.
  • –  Carillas de porcelana sin preparación. Dr. José de Jesús Cedillo Valencia. REVISTA ADM /NOVIEMBRE-DICIEMBRE 2011/VOL .LXVIII. NO.6. PP. 314-22.

a cura del Dr. Massimiliano Baldinetti

Circa l'autore

Dr.Valerio Di Calisto

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio