LE CERAMICHE VETROSE

Torniamo a parlare di protesi! La sempre più elevata domanda di lavori estetici ha fatto si che le ceramiche diventassero un materiale di elezione nella fabbricazione di protesi fisse tanto nel settore anteriore come nel settore posteriore. A causa della mancata traslucenza dei manufatti in metallo ceramica, sono state rielaborate le protesi totalmente ceramiche tramite differenti modifiche di lavorazione per ottenere maggiori proprietà meccaniche in dispositivi “metal free”.

In questo articolo riporterò le differenti classi delle ceramiche vetrose con le loro proprietà,indicazioni e controindicazioni cliniche.

CERAMICHE VETROSE RINFORZATE CON LEUCITE(IPS Empress, Ivoclar Vivadent)

 cat1

Per sopperire alla mancanza di resistenza alla frattura delle ceramiche feldspatiche, all’interno della matrice vetrosa di queste sono stati inseriti dei cristalli di leucite per migliorare le proprietà meccaniche senza inficiare le eccellenti qualità estetiche.

 

PROPRIETA’ ESTETICHE

 

  • Possiede le stesse proprietà estetiche delle feldespatiche.

 

PROPRIETA’ MECCANICHE

 

  • Maggiore resistenza alla frattura delle feldespatiche.
  • Limitata resistenza alla flessione (100-120 MPa).

 

INDICAZIONI

 

  • Faccette nel settore anteriore.
  • Corone singole nel settore anteriore.
  • Intarsi in-lay e on-lay.

 

CONTROINDICAZIONI

 

  • Corone singole nel settore posteriore.
  • Ponti nel settore anteriore e posteriore.

 

CERAMICHE A BASE DI DISILICATO DI LITIO(IPS e.max Press ,Ivoclar Vivadent)

catt2

Col fine di sviluppare ulteriormente la resistenza delle ceramiche vetrose la loro composizione è stata modificata con il disilicato di litio aumentando le proprietà meccaniche e la resistenza alla flessione, senza andare a discapito del fattore estetico.

 

PROPRIETA’ ESTETICHE

  • Elevata traslucenza.
  • Colore naturale.
  • Somiglianza ai denti naturali.

 

PROPRIETA’ MECCANICHE

  • Resistenza alla flessione maggiore rispetto alla ceramica rinforzata con leucite(circa 350 MPa per le e max press , 450 per quelle realizzate in CAD-CAM).

 

INDICAZIONI

  • Corone singole totali e parziali nel settore anteriore e per i premolari.
  • Intarsi in-lay e on-lay
  • Ponte di massimo tre elementi nel settore anteriore.

 

CONTROINDICAZIONI

  • Corone singole nel settore posteriore.
  • Ponti nel settore posteriore.
  • Ponti con più di tre elementi nel settore anteriore.

 

TRICKS

 

  • E’ importante saper selezionare il paziente, a seconda del carico masticatorio nella zona interessata. Si selezionerà il materiale del dispositivo calcolando il giusto compromesso tra estetica e meccanica trovando un accordo tra voi e il paziente a seconda della sua aspettativa estetica.
  • La comunicazione col laboratorio è fondamentale e può aiutare nella scelta del tipo di protesi da utilizzare.

 

BIBLIOGRAFIA:

 

  • Porcelanas dentales de alta resistencia para restauraciones de recubrimiento total: Una revision bibliografica. Parte II. Pablo Diaz-Romeral Bautista;Enrique Lopez Soto;Francisco-Malumbres Viscarret;Luis Javier Gil Villagra. Revista internacional de protesis estomatologicas;Volumen 10,Numero 2,2008.
  • Obiettivo naturalezza. Paolo Smaniotto. Quintessenza Odontotecnica 2005;7-8:18-29.
  • MATERIALI E TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE. Docenti di Materiali Dentari e Tecnologie Protesiche e di Laboratorio delle Università Italiane. Inserito online nel mese di settembre 2013. Editore Ariesdue srl.

 

a cura del dott. Massimiliano Baldinetti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Circa l'autore

Dr.Valerio Di Calisto

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio