Ceramiche su zirconia o alumina

Eccoci qui un altra volta a parlare di ceramiche. Martedì scorso si è parlato di quelle vetrose, ed oggi chiudiamo il discorso parlando di ceramiche a base di zirconia e a base di alumina.

IN-CERAM ZIRCONIA
In questi dispositivi per la prima volta si vede l’ossido di zirconio infiltrato nella ceramica dentale all’interno della matrice alluminosa. La grande resistenza e la relativa estetica come struttura hanno fatto si che diventassero il materiale di elezione in protesi fissa, superando i manufatti realizzati in metallo ceramica.

catt2

 

PROPRIETA’ ESTETICHE

  • Minori rispetto ai precedenti.
  • Maggior opacità.
  • Minor traslucenza.

PROPRIETA’ MECCANICHE

  • Elevata resistenza alla flessione(400-800 MPa).
  • Elevata resistenza alla frattura.
  • Grande diminuzione dei microcracks.

INDICAZIONI 

  • Corone singole nel settore posteriore.
  • Ponti di tre o quattro elementi nel settore posteriore.
  • Ponti di quattro elementi nel settore anteriore.
  • Corone singole e ponti di tre o quattro elementi nel settore anteriore quando si vuole ricoprire una colorazione oscura del dente grazie all’elevata opacità della zirconia o quando sono presenti grandi forze di taglio.
  • Strutture per corone e ponti su denti vitali e su impianti.

CONTROINDICAZIONI 
 Corone singole e ponti nel settore anteriore dove si richiede un’ alta estetica.(tranne nel caso in cui si vuole ricoprire una colorazione)

 

CERAMICHE A BASE DI ALUMINA (Procera All Ceram, Nobel Biocare)

Ceramica alluminosa derivante dalla lavorazione CAD-CAM  di un blocco di allumina ottenendo una struttura sulla quale collocare ceramica feldspatica per migliorare le proprietà estetiche.

catt3

PROPRIETA’ ESTETICHE 

  • Buona traslucenza.
  • Buona opalescenza.

PROPRIETA’ MECCANICHE 

  • Buona integrità marginale.
  • Elevata resistenza alla frattura.
  • Elevata resistenza alla flessione.

INDICAZIONI 

  • Corone singole e ponti di tre elementi nel settore anteriore e posteriore.
  • Corone singole e ponti su impianti.
  • Strutture per corone e ponti su denti vitali e su impianti.

CONTROINDICAZIONI 

  • Faccette nel settore anteriore.
  • Ponti di più di tre elementi.

TRICKS 

  • In pazienti dove si necessita di grandi proprietà meccaniche, come: ipertonia del massetere, grandi carichi masticatori o ponti  di più elementi, consiglio di utilizzare una ceramica zirconiosa.
  • nel settore anteriore dove la richiesta di estetica è maggiore, consiglio di utilizzare una ceramica a base di alumina.
  • nei casi in cui ci sia disparallelismo tra i pilastri del ponte o ci troviamo in un tratto curvo (es. zona canino) fare attenzione ai connettori in quanto quelli di ceramica hanno una maggior tendenza alla frattura.
  • E’ importante saper selezionare il paziente, a seconda del carico masticatorio nella zona interessata. Si selezionerà il materiale del dispositivo calcolando il giusto compromesso tra estetica e meccanica trovando un accordo tra voi e il paziente a seconda della sua aspettativa estetica.
  • La comunicazione col laboratorio è fondamentale e può aiutare nella scelta del tipo di protesi da utilizzare.
  • Per la realizzazione di corone singole e ponti nel settore posteriore dove la diffusione di luce è limitata, consiglio sempre di utilizzare un dispositivo con struttura in zirconio con ricoprimento in ceramica
    feldspatica, essendo il materiale con maggiori proprietà meccaniche in relazione a quelle estetiche.
  • Quando si deve realizzare un ponte tanto nel settore anteriore come nel posteriore che deve subire grandi carici e forze di tensione, sconsiglio di utilizzare protesi in ceramica poiché i connettori di questi rispetto a quelli in zirconio hanno una maggior tendenza alla frattura.

 
BIBLIOGRAFIA:
– Porcelanas dentales de alta resistencia para restauraciones de recubrimiento total: Una revision bibliografica. Parte II. Pablo DiazRomeral Bautista;Enrique Lopez Soto;Francisco-Malumbres Viscarret;Luis Javier Gil Villagra. Revista internacional de protesis estomatologicas;Volumen 10,Numero 2,2008.
– Obiettivo naturalezza. Paolo Smaniotto. Quintessenza Odontotecnica 2005;7-8:18-29.
– MATERIALI E TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE. Docenti di Materiali Dentari e Tecnologie Protesiche e di Laboratorio delle Università Italiane. Inserito online nel mese di settembre 2013. Editore Ariesdue srl

 

a cura del dott. Massimiliano Baldinetti

Circa l'autore

Dr.Valerio Di Calisto

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio