Categoria -Protesi

1
Preparazione a finire: Feather edge
2
Zirconia stratificata
3
LA COMUNICAZIONE CON IL LABORATORIO PROTESICO
4
L’impronta : punto cardine nella fabbricazione di una corona
5
Cad Cam, Stereolitografia o Sinterizzazione Laser?
6
Tutto su 4..
7
3M Astringent retraction paste, la retrazione gengivale non ha piu segreti
8
LAMPADE A LED DI 3 GENERAZIONE
9
Restauro post endo: una soluzione rapida ed efficace!
10
SA Cement

Preparazione a finire: Feather edge

  Parliamo di protesi! Uno degli argomenti ancora dibattuti in protesi riguarda la preparazione dei monconi vitali e non, che dovranno supportare capsule unitarie o pilastri per ponti. Per questo motivo vi vorrei illustrare sistematiche operative,indicazioni,vantaggi e svantaggi delle differenti tecniche di preparazione dividendo l’articolo in più sezioni.Nella prima affronteremo le preparazione conosciuta come “a finire” o a lama di coltello o “feather edge”. Come suggerisce il nome stesso questa tecnica non delimita una specifica e netta linea di terminazione ma bensi un’area e sarà il tecnico a decidere dove collocare la porzione terminale cervicale del manufatto protesico.   SISTEMATICA DI PREPARAZIONE DEL MONCONE Anestesia Utilizzare fresa a fiamma a grana grossa ad anello verde,150[…]

Leggi di più

Zirconia stratificata

Negli ultimi anni la zirconia o ossido di zirconio, si è fatta strada nel mondo dell’odontoiatria in ambito protesico grazie alle sue ottime proprietà fisico chimiche che la rendono biocompatibile,difficolta l adesione batterica,è altamente resistente alla frattura ed è inoltre molto versatile,possiamo infatti trovare dispositivi come corone,ponti,abutment implantari e strutture per protesi removibili realizzate con questo materiale. Uno degli svantaggi di questo materiale consisteva nella bassa componente estetica a causa della sua opalescenza e monocromia, vieniva dunque solitamente utilizzata come struttura di elementi protesici per poi collocare in superficie strati di altri materiali come compositi o ceramiche. Quando andiamo a sostituire uno o più elementi dentari dobbiamo restituire oltre alla funzione una componente estetica cercando[…]

Leggi di più

LA COMUNICAZIONE CON IL LABORATORIO PROTESICO

  INTRODUZIONE   Da sempre la protesi è uno dei trattamenti più frequenti che realizziamo in studio,dal momento in cui vi sono diversi componenti che possono portare a la perdita di elementi dentari . La progettazione del trattamento protesico è particolarmente complessa e genericamente richiede più tempo di altri trattamenti,poiché dalla diagnosi iniziale alla fabbricazione della protesi definitiva ci sono diversi passaggi e fattori di cui sia noi sia il laboratorio dobbiamo tenere in considerazione. Per la maggior parte dei casi è il protesico o odontotecnico a fabbricare la protesi che dovremo inserire nella bocca del nostro paziente, è dunque fondamentale facilitare il suo lavoro come meglio possiamo senza andare a discapito dei principi biologici[…]

Leggi di più

L’impronta : punto cardine nella fabbricazione di una corona

Uno dei trattamenti con cui abbiamo spesso a che fare sono le protesi dentali. Anche se la maggior parte di noi le commissiona al protesico la fabbricazione,abbiamo un ruolo fondamentale nella loro realizzazione.   In che modo possiamo ausiliare il laboratorio protesico?   Realizzando una buona preparazione secondo i parametri stabiliti con il laboratorio in accordo con il materiale e del tipo di corona che dobbiamo preparare.   Prendendo un impronta che consenta la colatura di un negativo in gesso dove i particolari dettagli come la linea marginale e le pareti del moncone siano chiari e nitidi.   In questo articolo parliamo di come prendere correttamente una buona impronta,la preparazione la vedremo più avanti con[…]

Leggi di più

Cad Cam, Stereolitografia o Sinterizzazione Laser?

Nel 2016 la tecnologia e’ diventata parte integrante della nostra vita, e soprattutto del nostro lavoro. In odontoiatria le novità si inseguono di anno in anno ed i nostri pazienti sono sempre piu esigenti. Per questo era mio interesse fare un articolo mirato a chiarire il funzionamento del Cad Cam e le sue principali differenze con altre sistematiche. Cad Cam e’ la sigla di Computer Aided Design e Computer Aided Manufactoring, ovvero disegno assistito dal computer e produzione assistita dal computer. Infatti la prima fase denominata Cad e’ la fase in cui vengono scannerizzati gli elementi dentali(tramite modello, impronta o direttamente intraoralmente), successivamente, una volta che il computer contiene il modello in 3d, avremo la[…]

Leggi di più

Tutto su 4..

Eccoci qui ragazzi, scusate la mia assenza ma purtroppo in questa vita c’e sempre da correre e rincorrere… questo post infatti lo dedicherò a chi come me non ha tempo e corre sempre. Io sono abituato a mettermi sempre al posto dei pazienti, e anche loro come me sono pieni di impegni, imprevisti e soprattutto poca poca voglia di andare dal dentista. Ecco perchè da qualche tempo, (dal 2004 circa­) le riabilitazioni implanto protesiche estetico funzionali immediate delle intere arcate sono sempre più richieste dai nostri pazienti. Emergenza protesica di impianti distali intraforaminali assiali, l’ermergenza degli abutment distali è mesiale al forame mentoniero. Emergenza protesica degli impianti distali intraforaminali “tilted” ,  è distale al forame[…]

Leggi di più

3M Astringent retraction paste, la retrazione gengivale non ha piu segreti

Spesso in studio mi ritrovo ad affrontare denti molto distrutti anche sotto gengiva, molte volte, lavorando senza assistente, mi rimane complicato utilizzare lo strumento di Fisher e la tecnica del filo doppio “00” pre-imbevuto nel cloruro di alluminio al 15%, per questo sono alla continua ricerca di un metodo di retrazione gengivale che sia veloce, pratico ed efficiente. Fino a poco tempo fa mi ero sempre affidato al filo di retrazione, ottenendo buoni risultati, utilizzando la tecnica convenzionale, finche non sono venuto a conoscenza di questo prodotto che sto per presentarvi e che ha semplificato il mio protocollo rendendo più veloce il mio lavoro. La 3M ESPE ha creato un prodotto dal nome “Astringent Retraction[…]

Leggi di più

LAMPADE A LED DI 3 GENERAZIONE

Attualmente, negli ambulatori odontoiatrici vengono utilizzate le seguenti tre tecnologie principali per la fotopolimerizzazione dei materiali: Lampade alogene Lampade ad arco al plasma Lampade a LED Le alogene programmabili rimangono valide, verificate opportunamente. Hanno alcune limitazioni come la degradazione della lampadina, del filtro e del riflettore, producono alte temperature, e necessitano di certi tempi di polimerizzazione. Le lampade a elevata potenza (allo xenon e al plasma) sono state accantonate, dopo pochi anni di successo, perché sono state messe sul mercato senza essere mai state tarate sui compositi. I produttori di questi costosi dispositivi sostengono che i materiali polimerizzati mantengono inalterate le proprietà meccaniche a confronto con quelle dei materiali sottoposti al trattamento tradizionale, mentre i tempi[…]

Leggi di più

Restauro post endo: una soluzione rapida ed efficace!

Quando si ripristina un dente trattato endodonticamente. Il dentista dovrebbe trovare risposte alle seguenti domande: Che tipo di restauro è indicato? Quando usare le resine e quando è necessario ricorrere a una corona? È sempre necessario un perno? Tra la letteratura leggiamo diverse linee di pensiero su come dovrebbe essere restaurato in un dente trattato endodonticamente. Ricordiamoci che i denti trattati endodonticamente sono più deboli e hanno molta più probabilità di frattura dovuta alla perdita di struttura dentale a causa della alla presenza di carie, precedenti restauri e preparazioni canalari. Essi richiedono considerazioni speciali per il restauro finale particolarmente dove c’è stata un’ampia perdita della struttura dentale. Ai miei pazienti consiglio sempre la protezione del[…]

Leggi di più

SA Cement

  Parliamoci chiaro, districarsi nel mondo dei cementi dentali è sempre più complicato: questo per la grande varietà, proprietà, caratteristiche e indicazioni di utilizzo di cementi che il mercato ci offre. Alcuni non sono molto pratici da utilizzare per la complicata sequenza e molteplici passaggi. Come ormai sapete io utilizzo solo materiali resin based o comunque “resin friendly” per le mie ricostruzioni post endo quindi la mia scelta è orientata su questa tipologia di cementi sia per la cementazione dei perni endo canalari sia per la cementazione di restauri protesici. Per ridurre il numero di passaggi (ogni passaggio potrebbe comportare una complicazione) e con un notevole risparmio di tempo sto utilizzando Breeze by Pentron Dental. Questo[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio