Categoria -Endodonzia

1
Ritrattamento Endodontico. 2° Step: rimuovere il perno.
2
RITRATTAMENTO ENDODONTICO. 1° STEP RIMUOVIAMO LA GUTTA.
3
Separazione di Lime endodontiche! GRRR
4
Hi-tech Endo
5
ENDOEXPLORER BY KOMET
6
Hyflex all’università degli studi dell’Aquila: strumenti sicuri e performanti.
7
OBTURA II : UN “BACKFILLING” RAPIDO ED EFFICACE
8
Kit di frese Endo-Restaurativa by ildentistaconlev4ns.com
9
Custom NiTi: come precurvare i nostri file in Nichel-Titanio
10
System B, otturazione canalare del terzo apicale

Ritrattamento Endodontico. 2° Step: rimuovere il perno.

L’ultima volta abbiamo parlato del tentativo di rimuove, durante un ritrattamento, la totalità della guttaperca infetta. Nel post di oggi cercheremo di affrontare come rimuovere i Post che molte volte troviamo nelle radici dei nostri ritrattamenti canalari. Partiamo dal classificare i possibili post che potremmo incontrare: perni pre-frabbricati metallici, conici, avvitati e/o cementati; perni pre-fabbrifaci cilindrici, filettati o no, avvitati e/o cementati; perni moncone fusi; perni in fibra ( carbonio, vetro). Il commercio ci mette a disposizione diversi strumenti per la rimozione come: i Removal sistem, Gates Glidden , Largo e soprattutto gli inserti per le fonti Ultrasoniche. Per la rimozione di un perno, indipendentemente dal tipo, sarà indispensabile considerare: diametro, lunghezza, tipo di perno,[…]

Leggi di più

RITRATTAMENTO ENDODONTICO. 1° STEP RIMUOVIAMO LA GUTTA.

Nella pratica quotidiana ci troviamo, purtroppo, a dover affrontare dei ri-trattamenti endodontici, dovuti a nostro malgrado, ad una nuova infezione del sistema endodontico, causata da: trattamento incongruo, mancanza di sigillo apicale, restauro inadeguato, persistenza del dolore anche dopo il trattamento. Prima di procedere con il ri-trattamento è opportuno fare delle valutazioni: esigenze del paziente; verificare se il dente è strategicamente importante, se è conveninte effettuare un ri-trattamento ortogrado o optare per un trattamento estrattivo, valutare i costi benifici, la valutazione parodontale dell’elemento, la valutazione protesica e soprattutto se siamo in grado di effettuare o no il ri-trattamento. In secondo luogo è necessario decidere come procedere con il ri-trattamento e quale è la tecnica migliore da[…]

Leggi di più

Separazione di Lime endodontiche! GRRR

  Quante volte ci siamo imbattuti in un frammento (di lima) rotto nei canali radicolari? Spero poche! Prima di tutto bisogna identificare in quale momento dello Shaping e Cleaning si è verificata la separazione dello strumento. Generalmente la rottura può avvenire prima o dopo una curva, verificato ciò si può procedere alla risoluzione del caso.Quando la separazione avviene prima di una curva e abbiamo un contatto visivo diretto con lo strumento, grazie ai sistemi ingrandenti e/o con luce assiale, il più delle volte è possibile la rimozione. Quando invece non abbiamo un contatto visivo diretto con lo strumento e/o dopo una curva generalmente si opta per un bypassaggio dello strumento. Quindi se si ha la[…]

Leggi di più

Hi-tech Endo

    Buongiorno ragazzi , cerchiamo di alleviare le fatiche del lunedì mattina con un video di tips and trick sulle cavità di accesso endodontico. Da poco abbiamo pubblicato il post su degli strumenti veramente innovativi ricordate?!! )  Endo Explorer by Komet … Così nel making off del video abbiamo sezionato il povero dente in più parti proprio per andare a vedere da vicino la fase di apertura della camera pulpare e la localizzazione e rilocazione degli orifizi dei canali radicolari. **piccolo trick** Dopo aver rimosso tutti i becchi dentinali ed esposto l’imbocco canalare ricontrollate sempre la lunghezza di lavoro. La rilocazione dell’orificio canalare infatti , specialmente nei canali curvi, comporta una riduzione della lunghezza di[…]

Leggi di più

ENDOEXPLORER BY KOMET

  Eccoci di nuovo a parlare di endodonzia! L’ultima volta ho presentato delle lime rotanti per la strumentazione canalare, oggi facciamo un passo indietro e vediamo come assicurarci il corretto funzionamento di qualunque tipo di lima endodontica, ponendo particolare attenzione alla fase di preflaring che può essere svolta con delle vere e proprie frese. Novità assoluta: la fresa è composta da una punta lavorante attiva che può essere da 0.7 mm(prima serie di frese,1)  o da 1.1 mm (seconda serie di frese,2) e da uno stelo sottile che non invade il campo visivo e può essere di due misure S(corto) ,L(Lungo) o normale e ci permette di vedere in modo agevole la punta nella sua […]

Leggi di più

Hyflex all’università degli studi dell’Aquila: strumenti sicuri e performanti.

  Giovedi scorso, 1 Dicembre, ho avuto il piacere di partecipare al corso pratico di endodonzia tenutosi presso l’università degli studi dell’Aquila, ho utilizzato le lime hyflex della Coltene ed ho ho riscontrato, nonostante ancora sia uno studente del 5 anno di odontoiatria, un eccellente margine di sicurezza. Il protocollo che tra poco vi andrò a presentare sarà quello di “ildentistaconlev4ns.com”. Gli Hyflex sono lime in NiTi altamente flessibili e resistenti alla frattura che hanno, a temperatura ambiente, una organizzazione cristallografica austenitica che permette all’operatore di precurvare lo strumento senza che questo subisca una memoria di forma (spring back quasi nullo), permettendoci di seguire con meno difficoltà l’anatomia dei canali più curvi.   PROTOCOLLO Sondaggio:[…]

Leggi di più

OBTURA II : UN “BACKFILLING” RAPIDO ED EFFICACE

Eccoci di nuovo a parlare di otturazione canalare,  nell’ultimo articolo vi ho illustrato la tecnica System b con cui realizzare l’otturazione del terzo apicale(gli ultimi 4-5mm), oggi vi parlerò di come otturare la parte restante del canale ossia i terzi medio e coronale attraverso la siringa Obtura II che ritengo essere semplice, rapida ed efficace. Come ogni volta l’articolo sarà suddiviso in: caratteristiche del prodotto, indicazioni, controindicazioni e la sistematica clinica. In commercio si trova il sistema Obtura III, io vi parlerò del precedente avendolo in studio ma i concetti e la tecnica non differiscono.   CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Fig.1   Il sistema Obtura II nasce come strumento per l’intera otturazione del canale, è stata poi[…]

Leggi di più

Kit di frese Endo-Restaurativa by ildentistaconlev4ns.com

Durante il corso teorico pratico di endodonzia Endo 2.016 è stato presentato il kit di frese da Endo restaurativa by ildentistaconlev4ns.com in collaborazione con Komet. Il kit è stato pensato per accompagnare il clinico in tutta la preparazione e il restauro endodontico. Per spiegarvi ogni fresa nel dettaglio vi riporto di seguito un articolo del dott. Carlo Satta che è stato uno degli ideatori del fresero. “Sappiamo quanto sia (quasi sempre) necessario creare una cavità ogni qual volta ci dedichiamo a trattare un dente cariato. È un procedimento che attuiamo in maniera giornaliera, ma non tutti siamo riusciti a standardizzarlo: soprattutto chi va in consulenza, trova difficoltà, e non poche! Tipica è la situazione in[…]

Leggi di più

Custom NiTi: come precurvare i nostri file in Nichel-Titanio

Sono poco più di 20 anni che il nichel-titanio e’ stato introdotto in endodonzia e da allora ha modificato radicalmente la terapia endodontica. Prima del Niti sia la fase di scouting iniziale che la sagomatura ed il finishing erano a carico delle lime manuali K in acciaio, che spesso, per la loro scarsa flessibilità (soprattutto a diametri aumentati) aumentavano il rischio di creare false strade o gradini che complicavano non di poco il trattamento endodontico. La lega nichel titanio e’ stata sviluppata per la prima volta intorno agli anni 60 da un americano di nome Buehler e denominata successivamente Nitinol dai laboratori navali della marina statunitense. La caratteristica principale del Niti e’ la trasformazione martensitica[…]

Leggi di più

System B, otturazione canalare del terzo apicale

In endodonzia l’otturazione del terzo apicale(circa gli ultimi 4-5 mm) e il suo corretto sigillo risulta essere un punto cruciale per il successo della terapia canalare a causa dell’anatomia dell’endodonto che risulta essere in questa zona particolarmente complessa dividendosi in delta apicali e condotti laterali. La tecnica di condensazione verticale ad onda continua di calore risulta essere un’ottima soluzione utilizzando il System b della Analytic Endodontics(che in seguito è divenuta la Sybronendo per poi divenire in fine Kerr Dental). Questo consiste in un plugger collegato ad un motore di riscaldamento che a contatto con la guttaperca la riscalda sino a convertirla in uno stato viscoso che consente in seguito ad una condensazione verticale effettuata con[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio