Categoria -Chirurgia orale

1
Megagen AnyRidge: primo contatto !
2
Il segreto professionale
3
Riabilitazione implanto protesica di una edentulia totale
4
Sweden & Martina che semplicità..
5
Apicectomia: save the tooth!
6
SEDAZIONE COSCIENTE CON PROTOSSIDO D’AZOTO
7
Sedazione cosciente endovenosa
8
CONSENSO : UNA QUESTIONE MEDICO-ETICA
9
Sistema Wand STA: Una nuova tecnica di iniezione dell’ anestetico locale.
10
Frenuli & Laser

Megagen AnyRidge: primo contatto !

Nel precedente articolo Any Ridge MEGAGEN abbiamo visto le caratteristiche del gold standard di megagen: l’impianto AnyRidge. Ora vediamo nello specifico le componenti del kit e come mettere in pratica tutti gli accorgimenti con lo scopo di utilizzarlo nel miglior modo e aver un buon successo implantare. Nel kit in alto a sinistra troviamo la chiave dinanometrica, seguita dai pin per controllare l’inclinazione dell’impianto (director indicator) e dai path finder. Nella sezione sottostante abbiamo le frese per svasare la parte superiore del tunnel implantare (cortical bone drill), corte, tozze e con punta inattiva. All’interno del kit troviamo la fresa lancer e una serie di frese di lunghezza a diametro crescente con o senza stop. Quelle senza stop presentano[…]

Leggi di più

Il segreto professionale

Tempo fa abbiamo parlato del consenso informato e delle sue caratteristiche medico-legali; oggi tratteremo assieme un altro aspetto etico e giuridico della nostra professione. L’odontoiatra è un professionista a continuo contatto verbale con i propri pazienti, che molto spesso, per sfogare lo stress emotivo indotto anche delle terapie odontostomatologiche, tendono a parlare con il professionista stesso. Appare quindi evidente che il medico e anche il dentista siano custodi oltre che delle patologie che affliggono i propri pazienti anche delle informazioni inerenti la loro sfera personale. Da ciò deriva una necessaria tutela della riservatezza del paziente, regolamentata nella professione medica sia a livello disciplinare dal codice di deontologia medica, sia a livello normativo dall’art. 622 del[…]

Leggi di più

Riabilitazione implanto protesica di una edentulia totale

L’assenza di elementi dentari è ancora oggi uno dei problemi di non facile soluzione. Oggi parliamo di chirurgia implantare ed ho il piacere di presentarvi un caso del dott. Fabio De Propris e del dott. Neritan Agalliu. La riabilitazione con protesi mobile completa è considerata quasi sempre una soluzione complicata per l’arcata inferiore, in particolare quando ci troviamo di fronte a creste alveolari di anatomia e morfologia sfavorevole. Infatti in bibliografia si riporta che nel periodo dai 6 mesi ai 2 anni dopo le estrazioni dentarie, si verifica un importante riassorbimento della cresta alveolare, nei primi 6 mesi avremo un riassorbimento pari al 23% della cresta alveolare e di un 11% nei successivi 5 anni.[…]

Leggi di più

Sweden & Martina che semplicità..

La chirurgia guidata è una tecnica di trattamento implantare che include i seguenti step: diagnosi pianificazione posizionamento. L’operatore ha il vantaggio di poter  pianificare l’intervento con l’ausilio di viste 3D complete dell’anatomia radiologica del paziente che gli permette di valutare quindi con precisione le dimensioni e la posizione finale dell’impianto dentale. Lo step successivo sarà l’utilizzo di dime chirurgiche che guideranno l’operatore nel posizionamento implantare sulla base della pianificazione 3D. Sweden & Martina ci mette a disposizione due tipologie di impianti: Impianti Premium: con emergenza coronale cilindrica con colletto liscio di 0.80 mm di altezza, con incisioni apicali che aumentano la stabilità primaria, autofilettanti e creano zone di decompressione, connessione interna con esagono. Abbiamo sia con Sistema Switching[…]

Leggi di più

Apicectomia: save the tooth!

Molte volte nelle nostre cliniche ci ritroviamo a dover risolvere problemi riguardanti tumefazioni, dolori dentali, lesioni perirradicolari derivanti da un dente già trattato endodonticamente. È noto che la terapia primaria d’elezione in caso di presenza di lesione periradicolare è da considerarsi il trattamento canalare per via ortograda. Il trattamento retrogrado rappresenta tuttavia una valida alternativa al trattamento ortogrado qualora questo abbia fallito o sia impraticabile, o praticabile ma con elevato rischio di creare perforazioni, false strade, stripping canalari o fratture. Obiettivo della chirurgia endodontica è eliminare i tessuti patologici periapicali, eseguire la resezione dell’apice interessato dalla lesione, creare una corretta sagomatura e detersione della cavità retrograda e infine sigillare tridimensionalmente la stessa. Tale procedura viene[…]

Leggi di più

SEDAZIONE COSCIENTE CON PROTOSSIDO D’AZOTO

  Abbiamo già visto come la sedazione cosciente endovenosa rappresenti un modo per trattare l’ansia e il dolore nel paziente odontoiatrico. Ma esistono altre tecniche sedative che si possono utilizzare nella pratica odontoiatrica si tratta di  una miscela composta da ossigeno O2 e protossido d’azoto N2O. Il protossido di azoto (N2O) è un analgesico-ansiolitico inalatorio con tempi rapidi di insorgenza e di allontanamento degli effetti. Al suo meccanismo d’azione contribuisce un antagonismo non competitivo a livello dei recettori N-metil-D-aspartato (NMDA) per il glutammato. Viene eliminato quasi completamente in forma non modificata per via polmonare. Questa tecnica di sedazione è molto utilizzata nei bambini che respirando questa miscela da una mascherina nasale scelta dal paziente entrano in[…]

Leggi di più

Sedazione cosciente endovenosa

Il trattamento dell’ansia e del dolore nel paziente odontoiatrico rappresenta una parte importante della pratica odontoiatrica purché la sedazione cosciente sia sicura, efficace, controllabile e l’analgesia completa e duratura. Un controllo non adeguato dell’ansia e del dolore può rendere talvolta impossibile l’esecuzione di determinate procedure odontoiatriche quindi un loro controllo renderà molto più sicure le procedure odontoiatriche. L’A.I.S.OD. (ASSOCIAZIONE ITALIANA SEDAZIONISTI ODONTOIATRI) ritiene attuale l’affermazione del General Dental Council (GDC): “I dentisti hanno il dovere di assicurare ed i pazienti il diritto di attendersi le misure adeguate per il controllo del dolore e dell’ansia. I metodi farmacologici per il controllo del dolore e dell’ansia includono l’anestesia locale e le tecniche di sedazione cosciente”.   Che[…]

Leggi di più

CONSENSO : UNA QUESTIONE MEDICO-ETICA

Sono sicura che articoli di implantologia, conservativa o endodonzia possano risultare più stimolanti, ma ogni volta che ci si incontra tra colleghi in special modo giovani che si affacciano alla professione, emerge sempre una questione spinosa: il consenso informato. Il consenso informato in medicina rappresenta il momento in cui il paziente, informato in maniera veritiera, chiara e completa della terapia proposta dal clinico, accetta liberamente il trattamento sanitario. Nella giurisprudenza italiana quest’ obbligo é regolamentato dall’art. 32 della Costituzione: ” Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana” e a livello disciplinare dal codice[…]

Leggi di più

Sistema Wand STA: Una nuova tecnica di iniezione dell’ anestetico locale.

Col passare del tempo è aumentata negli studi dentistici la domanda di trattamenti estetici come sbiancamenti,faccette,ecc…. Quando realizziamo un trattamento di tipo estetico dobbiamo valutare,una volta accordato col paziente il piano di trattamento,l’insieme di caratteristiche che dobbiamo registrare che comprendono oltre al valore estetico fine a se stesso come il colore,la forma del nostro restauro,bisogna verificare lo stato di armonia che deve essere presente tra le strutture dentali e le peri-orali. Solitamente per controllare che il restauro sia accettabile deve soddisfare sia il campo estetico sia quello funzionale.   Funzionalmente: bisogna controllare che non vi siano nè interferenze occlusali nè fonetiche. Esteticamente : una volta accettati colore e forma bisogna controllare che sia esposta la[…]

Leggi di più

Frenuli & Laser

I frenuli sono pliche di tessuto mucoso che uniscono le labbra e le guance ai processi alveolari delle ossa mascellari limitandone i movimenti; sono costituiti prevalentemente da tessuto connettivale (fibre collagene ed elastiche) rivestito da epitelio pavimentoso non cheratinizzato, e possono includere fibre muscolari che originano dal muscolo orbicolare del labbro. A differenza del frenulo labiale, il frenulo linguale contiene fibre elastiche. Il frenulo linguale congiunge la parete ventrale postero-anteriore della lingua alla mucosa del pavimento orale. Per la loro localizzazione anatomica sono suddivisi in frenulo labiale mediano superiore, mediano inferiore, frenuli vestibolari laterali, oltre il frenulo linguale. Si identificano quattro classi: – classe I: frenulo con un’inserzione al livello della linea mucogengivale; – classe[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio