Archivio -maggio 2016

1
Traumi dentali in dentizione decidua
2
Zirconia stratificata
3
RAGIONAMENTO E RECESSIONI GENGIVALI: LE DOMANDE CHIAVE parte1
4
IMPRONTE SU IMPIANTI
5
Superfici implantari ibride
6
L’UTILIZZO DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA LOCALE IN PAZIENTI PARODONTALI.

Traumi dentali in dentizione decidua

I traumatismi dentali sono un incidente frequente tra bambini e adolescenti. Si stima che un paziente su tre subisce un trauma dentale durante la propria vita, gran parte dei traumi dentali avviene in dentatura decidua, e solo il 22% dei traumi interessa i denti permanenti, 80% dei traumi sono localizzati nel mascellare superiore. Fino al 30% dei pazienti che subisce dei traumi dentali ha una recidiva, cioè subisce più traumi nel corso della vita. la maggior parte delle lesioni riportate sono correlate allo svolgimento di attività sportive o ad incidenti durante il gioco. In traumatologia dentale, la gestione dell’urgenza e il tempo sono fondamentali. Dunque, se un bambino arriva nel nostro studio per aver subìto[…]

Leggi di più

Zirconia stratificata

Negli ultimi anni la zirconia o ossido di zirconio, si è fatta strada nel mondo dell’odontoiatria in ambito protesico grazie alle sue ottime proprietà fisico chimiche che la rendono biocompatibile,difficolta l adesione batterica,è altamente resistente alla frattura ed è inoltre molto versatile,possiamo infatti trovare dispositivi come corone,ponti,abutment implantari e strutture per protesi removibili realizzate con questo materiale. Uno degli svantaggi di questo materiale consisteva nella bassa componente estetica a causa della sua opalescenza e monocromia, vieniva dunque solitamente utilizzata come struttura di elementi protesici per poi collocare in superficie strati di altri materiali come compositi o ceramiche. Quando andiamo a sostituire uno o più elementi dentari dobbiamo restituire oltre alla funzione una componente estetica cercando[…]

Leggi di più

RAGIONAMENTO E RECESSIONI GENGIVALI: LE DOMANDE CHIAVE parte1

  Le prime volte che mi imbattevo in una recessione gengivale, l’immediato istinto era quello di cingere il mio bisturi e lanciarmi in una sciagurata chirurgia plastica gengivale, indiscriminatamente. Non potevo aver un approccio più sbagliato alla parodontoogia. Quando ci si imbatte in una recessione gengivale, il primo dubbio che deve sorgere è: “Perché?” e non “Come ripristinerò?”. Sfatare il primo equivale a trovare la risposta al quesito insito e troppo spesso drammaticamente ignorato in ogni trattamento parodontale: “Come preverrò la recidiva?”. In questo senso reputo che un parodontologo che non abbia un minimo di conoscenza di dinamica occlusale sia una parodontologo mutilato. Detto questo, le prime analisi che effettuo saranno guidate da alcune domande:[…]

Leggi di più

IMPRONTE SU IMPIANTI

Abbiamo già trattato vari argomenti sugli impianti sulle caratteristiche ideali sui vantaggi e svantaggi  delle forme, delle connessioni, delle superfici ecc… oggi voglio parlare di una delle fasi più importanti della chirurgia implanto-protesica: il momento dell’impronta. Prima di tutto chiariamo il concetto di impronta in implantologia, si tratta della rilevazione di una posizione tridimensionale nello spazio dell’impianto e non la ricerca del dettaglio della preparazione. Essa è ottenuta con l’utilizzo di transfer preparati dall’industria che si adattano alla testa dell’impianto. È quindi molto importe quando andiamo a scegliere una casa implantare dare importanza oltre alla qualità costruttiva degli impianti anche agli accessori relativi alla metodica prescelta. Esistono diversi tipi di impronta su impianti: l’Impronta pick-up[…]

Leggi di più

Superfici implantari ibride

  Dal 21 al 23 di marzo 2016 ho avuto il piacere di partecipare a Tirana ad un corso di chirurgia pratico su paziente organizzato dal Dott. Fabio De Propris con la partecipazione dell’azienda implantare Ires. Il corso ha avuto una durata di tre giorni, durante i quali ho provato la sistematica Ires che ho trovato piuttosto semplice ed intuitiva. Prima di parlarvi dettagliatamente della sistematica vi faccio una breve introduzione sul tipo di impianto che abbiamo utilizzato. L’ires produce tre tipi di impianti diversi, gli ShapeOne, IMax e Volution, gli impianti da noi inseriti durante il corso e dei quali ora vi parlerò sono stati gli ShapeOne S1B. Questi impianti vengono prodotti dall’azienda in[…]

Leggi di più

L’UTILIZZO DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA LOCALE IN PAZIENTI PARODONTALI.

Secondo uno studio la prevalenza della parodontite nella popolazione varia con l’età del gruppo in oggetto: è meno del 1% in età pediatrica ma può raggiungere il 30% dei soggetti in popolazioni adulte o geriatriche ,che vanno trattati onde evitare una eccessiva distruzione dei tessuti di supporto e ossei che può portare alla perdita dell’elemento dentario. Il successo del nostro trattamento dipende dal ripristino di valori fondamentali per la salute parodontale quali sono:la profondità di sondaggio(PD,Probing Depth) e il livello di attacco clinico(CAL,Clinical Attachment Level). Nei casi di parodontite aggressiva o generalizzata nonostante il trattamento meccanico,(SRP,Scaling and Root Planing) possiamo non ottenere un miglioramento clinico e associamo a detto trattamento l’uso di antibiotici sistemici come[…]

Leggi di più

Copyright © 2016. Created by Evolve Studio